Isole di sbavatura robotizzate

Fin dagli inizi degli anni ottanta l'esigenza delle fonderie è stata quella di automatizzare il processo di sbavatura. Alcuni fornitori hanno interpretato e soddisfatto tale specifica richiesta proponendo l'impiego dei robot di sbavatura, altri si sono focalizzati nello sviluppo e produzione di macchine flessibili di sbavatura.

Fino ad oggi, queste due soluzioni hanno giocato ruoli prevalentemente in contrapposizione una con l'altra: ogni fornitore ha cercato di mettere in evidenza i propri vantaggi rispetto alla soluzione alternativa del concorrente, creando molto spesso aspettative non corrisposte e, conseguentemente, alimentando incertezze da parte degli stessi utilizzatori.

MAUS, leader mondiale nella tecnologia della sbavatura automatica, con un'esperienza e specializzazione acquisite in oltre 25 anni di attività, si è affermata come partner globale di settore grazie all'offerta ampia e completa di macchine flessibili di sbavatura, isole di sbavatura robotizzate, celle di sbavatura per l'automotive, macchine di sbavatura combinate (sbavatura e lavorazione meccaniche), isole di sbavatura integrate (macchine e robot), impianti chiavi in mano per la sbavatura di particolari di peso da 1 a 10000 kg.

L'approfondita analisi dei reali bisogni del mercato, la vastità delle applicazioni e delle soluzioni realizzate da MAUS, hanno sempre più portato alla convinzione che non esiste in assoluto la soluzione perfetta alle diverse esigenze produttive, che è poi quella su cui tipicamente si concentra la proposta del singolo fornitore, ma esistono delle specifiche tematiche produttive a cui occorre fornire, di volta in volta, la soluzione corretta.

In tale contesto la sbavatura di alcuni particolari per la loro morfologia, qualità di bave da asportare, collocazione delle bave stesse e cadenze produttive, può essere affrontata con successo ricorrendo all'impiego di robots di sbavatura.

Per contro, ci sono, invece, altre tipologie di particolari che, per forma, dimensioni e lotti produttivi, necessitano di essere lavorate su una macchina flessibile di sbavatura.

Ovvero l'esperienza direttamente conseguita da MAUS, partendo dall'interpretazione del mercato, porta a concludere che ci sono famiglie di particolari che sono adatte ai robot di sbavatura, altre che trovano la soluzione corretta di sbavatura nella combinazione mista, o ibrida, delle due tecnologie: robot e macchine flessibili di sbavatura.

In sostanza MAUS conferma la validità della propria gamma completa di prodotti e soluzioni per la sbavatura automatica che si esprime con la capacità del costruttore italiano di fornire, grazie alla ricchezza e completezza della propria proposta, la soluzione più adatta alle specifiche esigenze del suo cliente, finalizzata all'unico reale obiettivo di garantire la produzione dei suoi particolari con costi unitari estremamente competitivi.

Alla prossima GIFA 2011, la vetrina mondiale del comparto, MAUS esporrà entrambe le soluzioni: un'isola robotizzata, composta da un robot con una capacità di carico fino a 210 kg ed una macchina flessibile di sbavatura SAM 300 (serie SAM JB), per la sbavatura di particolari con peso unitario fino a 20 kg.