Il 100% del capitale di Maus, azienda leader nella produzione di macchine utensili, è stato rilevato da un gruppo di investitori italiani coordinati da Italglobal Partners.

Milano, 4 agosto 2014 – Maus, azienda leader nella produzione di macchine utensili di proprietà di Finaid (famiglia Carraro), è stata rilevata da un gruppo di investitori italiani tra cui la finanziaria Forever della famiglia Rossi Cairo, Injection Capital di Leonardo Bruzzichesi e Italglobal Partners, holding di investimento fondata da Ruggero Jenna e Francesco Sala, che ha coordinato l’operazione.

Nel capitale sono intervenuti anche il management di Maus e 11 collaboratori della società: un fatto innovativo a garanzia dell’impegno di tutti dello sviluppo dell’azienda nei prossimi anni.

Maus, con sede a Campodarsego (Padova), è leader mondiale nella sbavatura automatica e nella tornitura verticale e da sempre riconosce nella leadership tecnologica e nell’internazionalizzazione dei mercati le due fonti strategiche di sviluppo del proprio business. L’operazione è coerente con la strategia di Maus basata sull’eccellenza dei prodotti da perseguire attraverso l’accelerazione dei programmi di ricerca e sul rafforzamento della presenza in mercati caratterizzati da elevati tassi di crescita di consumo di macchine utensili quali il Brasile, la Cina e l’India.

L’ing. Giorgio Rossi Cairo ha assunto la carica di Presidente della società, l’ing. Roberto Sammartin, che nella precedente gestione ricopriva la carica di Direttore Generale, è stato nominato Amministratore Delegato.

Italglobal Partners è stata assistita nell’operazione da Rödl & Partner per la parte legale e da Grant Thornton per gli aspetti contabili e fiscali. Finaid è stata assistita da Chiomenti per gli aspetti legali e da Ethica Corporate Finance per gli aspetti finanziari. L’operazione è stata finanziata anche tramite un finanziamento erogato da Unicredit S.p.A.


A proposito di Maus

Maus, costituita nel 1984 con sede a Campodarsego (PD), è leader mondiale nella sbavatura automatica e nella tornitura verticale. La società ha chiuso il 2013 con un fatturato di oltre 22 milioni di euro ed un EBITDA di circa 4 milioni di euro. Maus ha da sempre una forte proiezione internazionale ed esporta oltre il 90% del proprio fatturato, principalmente verso mercati quali il Brasile, la Polonia, gli Stati Uniti, la Cina e l’India. Maus si contraddistingue inoltre per l’innovatività delle proprie macchine, che hanno ricevuto in passato numerosi premi a livello internazionale.


A proposito di Italglobal Partners

Italglobal Partners è una holding di investimento fondata nel 2011 da Ruggero Jenna e Francesco Sala, che opera secondo una logica di “club deal strutturato” e investe assieme ad un network di co-investitori in PMI italiane ad alto potenziale al fine di supportarne la crescita internazionale.